Attualità

Riapre il Castello di Lombardia: predisposta la segnaletica, ma disagi tra i visitatori

Il Castello di Lombardia è stato riaperto al pubblico questa mattina, con l’accesso approntato provvisoriamente attraverso l’apertura che si affaccia sulla Rocca di Cerere. Per l’esattezza verrà utilizzata la Porta Falsa del Cortile della Maddalena, dove è stato predisposto anche il servizio di biglietteria. Da questo cortile i turisti potranno accedere normalmente al Cortile di San Martino e al Cortile di San Nicolò: in quest’ultimo rimane inaccessibile il rivellino, l’area del castello nel quale si trova l’ingresso principale, attualmente soggetto alle verifiche necessarie a sincerarne la sicurezza, per via di alcuni mattoni pericolanti sulla Torre della Campana.

Tuttavia, non mancano i disagi per i visitatori. Nella giornata di ieri il castello di Lombardia è rimasto chiuso, ma non è stato adeguatamene comunicato, né segnalato all’esterno del monumento in alcun modo. Questo ha causato disappunto in molti turisti che, una volta raggiunto il castello, non hanno compreso le motivazioni della chiusura del cancello principale.

La riapertura del castello con accesso dal secondo cortile, da oggi è stata indicata da adeguata segnaletica, ma nonostante ciò si riscontrano problemi tra i visitatori, che talvolta preferiscono non accedere alla struttura per la relativa praticabilità della Porta Falsa e della strada che la collega alla Rocca di Cerere e al piazzale antistante l’ingresso principale. Malumore si registra tra ristoratori e gli albergatori, che raccolgono le diverse lamentele provenienti dai visitatori e denunciano un’inadeguata gestione dell’attuale situazione di emergenza, per uno dei principali siti monumentali della città. Sarebbe necessario, infatti, attivare un ufficio turistico comunale in grado di interagire tempestivamente con le strutture ricettive, che di fatto ospitano i turisti, e intervenire al più presto per rendere adeguato il percorso che porta i visitatori all’ingresso temporaneo del Castello di Lombardia.  Si auspica che la risoluzione delle criticità riscontrate in prossimità dell’accesso principale non sia soggetta, come di consueto, a lunghe e inaccettabili tempistiche, al fine di ripristinare una normale fruizione del maniero ennese.

 

Tags
Mostra altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
error: Contenuto Protetto!
Close