Psicologia

Lo psicologo risponde

Cari lettori,

all’interno di questa rubrica uno spazio tutto per voi. Uno psicologo risponderà alle vostre domande e lo farà in modo anonimo attraverso questa rubrica. Per qualsiasi richiesta , inviate una mail all’indirizzo di redazione: santannatoday@gmail.com. Ogni mese la redazione selezionerà le domande più interessanti da inoltrare allo psicologo. Troverete le risposte nel nostro sito all’interno di questa rubrica.

Mostra altro

Articoli Correlati

2 Comments

  1. Buonasera, ho bisogno di un consiglio perché non so come uscire da una situazione complicata. Ho scelto un medico di base online senza averlo visto, comunque vicinissimo a casa mia e poco prima della prima visita ci siamo incrociati fuori e mi vergogno a dirlo ma ci siamo fermati a fissarci con una chiara attrazione fisica mai provata prima e lui non sapeva ancora che io sarei stata la sua paziente perché ce ne sono altri medici nello stesso ambulatorio.
    Quando ci vedevamo per strada, questa attrazione ci ha portati a qualcosa in più, senza arrivare oltre però. Il problema è che scegliendo di fare la cosa corretta, gli ho detto che volevo avere una amicizia perché non mi sentivo a mio agio, proprio perché lui è fidanzato. Questo uomo si comporta in un modo esattamente come quello descritto sul comportamento dei narcisisti. Ne soffro quando ripeto che è meglio che non si avvicini più di tanto perché mi dice cose offensive come: sei dura, limitata, hai scarsa capacità di comprensione (e quando tornavo indietro per fare come voleva lui, diceva che io ero intelligente ed in grado di capirlo). Vorrei sapere se in tal caso è necessario cambiare medico, non l’ho fatto ancora perché dovrò spiegare in casa il motivo e mi causerebbe dei problemi. E’ possibile gestire una situazione del genere? Fino a questo momento mi sembra che sia possibile solo se sopporto queste dure parole per non fare come vuole lui. Una risposta mi aiuterebbe tantissimo perché non so cosa fare.
    Grazie tante

    1. Buonasera,
      inizia chiedendo un consiglio e l’unico quesito che pone è: come gestire questa situazione? Ritengo che sia opportuno cambiare medico, per proteggere lei e per proteggere lui, visto che non ci sono i presupposti per un rapporto medico-paziente. Non conosco la sua età ma sarebbe interessante saperla. Deve essere molto difficile per lei gestire una situazione del genere e comprendo la sua difficoltà, ma non credo che sia opportuno per lei e per nessuno soffrire e sopportare come scrive lei “cose offensive” e che la fanno stare male. Un’attrazione fisica, o un innamoramento, o un amore, dovrebbe essere un incontro, piuttosto che una richiesta, dovrebbe poter nascere dalla gioia, piuttosto che dalla frustrazione: l’amore dovrebbe nascere tra due persone felici che, rimanendo insieme, riescono ad essere ancora più felici. Io mi interrogherei sul: Perchè sopportiamo “parole dure”, gesti che ci fanno stare male e soffrire? Perchè facciamo tutto ciò che vuole l’altro da noi, anche a discapito di ciò che noi stessi vogliamo?
      L’Amore non porta a confondersi con l’altro perdendo la propria individualità: è importante fondare la propria storia d’amore lasciando spazio per un “io”, per un “tu” ed anche per un “noi”. Quando si parla di amore si parla di rispetto, il semplice rispetto per un essere umano e per la sua unicità e, come lo vedo io, l’amore è l’incontro tra due esseri autentici. Essere autentici è stare con l’altro permettendosi di arricchirlo e da lui/lei essere arricchiti, ma rimanere con la propria vita nelle mani.
      Non lo so se ho risposto ai suoi interrogativi ma spero di esserle stata d’aiuto.
      Dott. Ssa Francesca Lombardo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
error: Contenuto Protetto!
Close