Attualità

Mozione dei 5 Stelle. Il Presidente Musumeci nomini i vertici di Floristella

Un appello al Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, a nominare al più presto i vertici dell’Ente Parco Minerario Floristella Grottacalda, è l’oggetto di una mozione protocollata questa mattina dai consiglieri del Movimento 5 Stelle, Cinzia Amato e Davide Solfato, i quali rivolgono a tutti i colleghi l’invito a sottoscriverla.

“A seguito del tavolo tecnico organizzato dalla Federazione dei Verdi della Provincia di Enna tenutosi a Floristella lo scorso venerdì 15 novembre”, dichiarano i due consiglieri, “tutte le parti intervenute, tra cui i nostri portavoce Elena Pagana, Andrea Giarrizzo e Fabrizio Trentacoste, hanno riconosciuto la  necessità e l’urgenza di nominare il Presidente e il Direttore del Parco Minerario Floristella, al fine di superare la fase di stasi in cui lo stesso si trova ormai da anni.”

“Anche la II Commissione di cui sono componente – continua Solfato – si è più volte occupata del problema della precarietà della gestione del Parco, ascoltando in audizione i commissari che negli anni si sono succeduti, senza tuttavia ricevere alcuna proposta concreta, capace di riprendere le sorti di questa risorsa del nostro territorio, la cui tutela e conservazione riveste una fondamentale importanza per la cultura locale e la sua valorizzazione non può che essere fonte di crescita e di sviluppo turistico. Abbiamo, inoltre, sollecitato l’Amministrazione a cercare un canale d’interlocuzione con la Giunta Regionale dei governi Crocetta prima e Musumeci poi, affinché si avviasse un’ordinaria gestione del Parco e un serio piano di sviluppo, tenuto conto che il Comune di Enna partecipa ogni anno con un considerevole esborso alla quota di compartecipazione dello stesso, senza però avere un minimo ritorno in termini di conservazione e sviluppo del sito”.

“Prendiamo atto, ancora una volta – concludono Amato e Solfato – che il nostro territorio vive una triste realtà in cui discariche e impianti già obsoleti e potenzialmente dannosi vengono approvati e costruiti in tempo celerissimi mentre tutto ciò che riguarda riserve, parchi e ambiente viene sempre dimenticato!”.

Mostra altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
error: Contenuto Protetto!
Close