CiclismoEnnaSport

Il Giro d’Italia torna ad Enna: il 13 Maggio 2020 ospiterà la partenza della seconda tappa

Grande fermento per l’importante risultato ottenuto dall’amministrazione comunale di Enna: il 13 maggio 2020, infatti, la nostra città ospiterà la partenza della seconda tappa del 103° Giro d’Italia.

Si tratta della prima tappa con arrivo in quota, Enna-Etna (Piano Provenzana), seconda delle tre tappe siciliane, dopo la Monreale-Agrigento e precedente la Catania-Villafranca Tirrena. Inoltre, è la prima volta nella storia del Giro d’Italia che una delle tappe siciliane parta dal capoluogo ennese, essendo, dunque, motivo di orgoglio. La città di Enna, infatti, è stata ritenuta meritevole per fattori storico-culturali, tra le sei città selezionate per le partenze e gli arrivi delle tre tappe in Sicilia.

Grande soddisfazione è stata espressa questa mattina, nel corso della conferenza stampa, da parte del Sindaco Maurizio Di Pietro, in compagnia dell’Assessore Dante Ferrari, che da diverso tempo si prodiga per portare in città l’importante risultato. «La partenza della seconda tappa del Giro d’Italia da Enna», ha affermato il primo cittadino, «rappresenta una grande occasione per la città, poiché questo provocherà delle ricadute favorevoli sull’economia locale per presenze e per immagine dell’amministrazione e del nostro territorio». Enna, di fatto, sarà meta di un pubblico numeroso, già nei giorni precedenti la seconda tappa del Giro d’Italia, dovendo organizzare al meglio l’aspetto della ricettività per ospitare la carovana dei ciclisti. Grazie all’attenzione mediatica di cui gode la manifestazione sportiva, inoltre, la città degli Erei sarà attenzionata con maggiore interesse da parte della stampa e delle televisioni nazionali e internazionali. Il Sindaco Maurizio Di Pietro ha anche anticipato l’inizio di una collaborazione con il sindaco di Linguaglossa, comune etneo nel cui territorio ricade Piano Provenzana, ovvero l’arrivo della seconda tappa del Giro d’Italia. In questo modo si metteranno in relazione due realtà siciliane che, per ubicazione geografica e per tradizioni agroalimentari, saranno capaci di sviluppare azioni sinergiche in funzione dell’arrivo del Giro d’Italia.

 

Tags
Mostra altro

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
error: Contenuto Protetto!
Close